.
Annunci online

  controcorrente3 [ I comunisti amano così tanto i poveri da volerne creare altri ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


CONTROCORRENTE

cerca
letto 48836 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


15 febbraio 2010

"La Svizzera ha bandito Gheddafi e i suoi familiari: divieto d'ingresso"

  



Lo scrive il giornale libico Oea, vicino a Seif al Islam, uno dei figli del leader libico. "Le autorità dell'entità svizzera hanno emesso una decisione che vieta a 188 personalità libiche di entrare sul suo territorio", si legge sul sito internet del giornale, che non precisa da quando il provvedimento avrebbe validità. I rapporti tra Tripoli e Berna sono tesi dal luglio 2008, quando il figlio di Gheddafi, Hannibal, e sua moglie vennero brevemente fermati dalle autorità svizzere
Tripoli - La Svizzera vieta a 188 personalità libiche, tra cui Muammar Gheddafi e i suoi familiari, l'ingresso nel paese, secondo quanto scrive oggi il giornale libico Oea, vicino a Seif al Islam, uno dei figli del leader libico. "Le autorità dell'entità svizzera hanno emesso una decisione che vieta a 188 personalità libiche di entrare sul suo territorio", si legge sul sito internet del giornale, che non precisa da quando il provvedimento avrebbe validità. Secondo Oea, che cita un "responsabile libico di alto livello", la lista comprende il colonnello Gheddafi e la sua famiglia, responsabili del Congresso generale del Popolo (Parlamento), del governo e "responsabili economici e dirigenti militari e dei servizi di sicurezza". "Questa decisione - precisa la fonte - recherà danno in primo luogo agli interessi della Svizzera" e "se non sarà annullata Tripoli risponderà con misure di dissuasione fondate sul principio di reciprocità", ha detto ancora.
I rapporti tra Tripoli e Berna sono tesi dal luglio 2008, quando il figlio di Gheddafi, Hannibal, e sua moglie vennero brevemente fermati dalle autorità svizzere per una denuncia di maltrattamenti da parte di due domestici. Poco dopo la Libia arrestò due uomini d'affari elvetici con l'accusa di aver violato le leggi libiche sull'immigrazione. I due sono ancora in Libia. Tripoli accusa l'Ue di dare "solidarietà sistematica e programmatica" a Berna, limitando i visti Schenghen ai cittadini libici.
 
http://www.ilgiornale.it/esteri/la_svizzera_ha_bandito_gheddafi_e_suoi_familiari_divieto_dingresso/14-02-2010/articolo-id=421924-page=0-comments=1




permalink | inviato da controcorrente3 il 15/2/2010 alle 14:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


31 maggio 2006

L'assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa





L'assemblea parlamentare del
 Consiglio d'Europa
ha approvato il 25 gennaio 2006,
con 99 voti a favore e 42 contrari,
una risoluzione presentata dal deputato
svedese Goran Lindblad a
nome del PPE, che condanna
 i "crimini del comunismo" equiparando
il comunismo stesso al nazismo.
Anzi, considerando che nel rapporto
che accompagnava la proposta
di risoluzione, intitolata "Necessità di
una condanna internazionale dei
crimini del comunismo", si accredita
la cifra di quasi cento milioni di morti
 causati direttamente o
indirettamente dal comunismo,
quest'ultimo risulterebbe addirittura,
almeno come numero di vittime,
 di gran lunga peggiore del nazismo.

 




permalink | inviato da il 31/5/2006 alle 19:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


13 marzo 2006


  Wafa Sultan, psicologa araba:
-"Civilta' non si scontrano, civilta' discutono.
 Questo e' uno scontro tra  liberta' ed  oppressione..."





Wafa Sultan, psicologa siriana rifugiata negli Usa, in un dibattito su Al-Jazeera ha detto: “solo i musulmani difendono le loro credenze incendiando chiese, uccidendo persone e distruggendo ambasciate”. “Lo scontro che stiamo osservando nel mondo – ha affermato - non è uno scontro di religioni, o uno scontro di civiltà. E’ uno scontro fra due opposti, è uno scontro fra due ere. E’ uno scontro tra una mentalità che appartiene al Medioevo e un’altra che appartiene al XXI secolo. E’ uno scontro fra la civilizzazione e l’arretratezza, tra barbarie e razionalità. E’ uno scontro fra libertà e oppressione, tra democrazia e dittatura. E’ uno scontro fra diritti umani, da una parte, e la violazione di questi diritti, dall’altra. E’ uno scontro fra coloro che trattano le donne come bestie (bahimah), e coloro che le trattano come esseri umani. Ciò che vediamo oggi non è uno scontro di civiltà. Le civiltà non si scontrano, ma competono”.
Continua dunque nel mondo islamico l’onda lunga suscitata dalle vignette su Maometto e fomentata da alcuni governi e organizzazioni fondamentaliste. La conferenza annunciata in Arabia Saudita dovrebbe vedere la partecipazione di 300 “dignitari musulmani” e dovrebbe svolgersi il 22 e 23 marzo in Barhain. Di più, per ora non si sa, ma sembra certa la presenza di Youssef al-Qardaoui, influente predicatore del Qatar, di origine egiziana, che si dice contrario all’odio ed alla violenza.
Di tutt’altra specie è Mohammad Youssef Qureshi, mullah della moschea di Mohabat, nella provincia pachistana del nord ovest, vicino alla frontiera con l’Afghanistan, dove più forte è la presenza dei talebani. E’ lui ad aver promesso il milione di dollari (in oro, proprio come fa Al Qaeda) per chi ucciderà i disegnatori danesi. Di suo ci metterè 500mila rupie, circa 8mila dollari. Gli altri li hanno promessi i commercianti e gli artigiani della città.
E’ questo l’atteggiamento che motiva la contestazione che la psicologa siriana ha fatto dell’islam ad Al-Jazeera, in un dibattito a distanza con Ibrahim Al-Kholi, noto islamista, professore all’Università sunnita Al-Azhar e imam della moschea principale di Helwan (periferia del Cairo), della quale AsiaNews riproduce alcuni passi, in una traduzione di padre Samir Khalil Samir, esperto islamologo.
Alla domanda del moderatore su chi ha usato per primo il concetto di scontro di civiltà? Non è Samuel Huntington? […] Non era Bin Laden.
Wafa Sultan: i musulmani sono quelli che hanno iniziato a utilizzare questa espressione. I musulmani sono quelli che hanno iniziato lo scontro di civiltà. Il Profeta dell’Islam diceva: “Mi è stato ordinato di combattere (fino all’uccisione) (uqatila) la gente, fino a quando essi non credano in Allah e il Suo Messaggero”. Quando i musulmani hanno diviso le persone in musulmani e non-musulmani, ed hanno chiamato a combattere contro questi ultimi fino a quando non avessero creduto in ciò in cui loro stessi credevano, hanno iniziato questo scontro e questa guerra. Col proposito di iniziare questa guerra, costoro dovrebbero riesaminare i loro libri e curricula islamici, i quali sono pieni richiami per il takfir (= proclamare l’altro kafir, cioè infedele) e la lotta armata (qital) contro gli infedeli (kuffar). Il mio collega (= Dr. Ibrahim Al-Khouli) ha detto che lui non offende mai la fede delle altre persone. Quale civiltà sulla faccia di questa terra gli permette di chiamare l’altra gente con appellazioni che loro non hanno scelto per loro stessi? Una volta lui li chiama “Gente della protezione” (Ahl Al-Dhimma), un’altra volta li chiama la “Gente del Libro” (Ahl al-Kitab), e ancora altre volte li compara a scimmie o maiali, oppure li chiama Nazareni (Nasara), oppure “coloro che suscitano l’ira di Allah” (Corano, Fatiha 7). Chi vi ha detto che sono “Gente del Libro”? Loro non sono “Gente del Libro”, sono “Gente di (tanti) libri”: tutti i libri scientifici utili che voi avete oggi sono di loro, frutti del loro pensiero libero e creativo. Chi vi da il diritto di chiamarli “coloro che suscitano l’ira di Allah e si sono smarriti” (Corano, Fatiha 7)? E poi viene qui e dice che la vostra religione comanda di trattenersi dall’offendere la fede degli altri? Io non sono una cristiana, non sono musulmana neppure ebrea. Io sono un essere umano laico. Non credo nel soprannaturale.
Ibrahim Al-Kholi: E’ atea?
Wafa Sultan: ma rispetto il diritto degli altri di credere in questo.
Ibrahim Al-Kholi: Vuol dire che Lei è atea? E’ atea?
Wafa Sultan: Lei può dire ciò che le piace.
Ibrahim Al-Kholi: Io Le chiedo: Lei è atea?
Wafa Sultan: Io sono un essere umano laico, che non crede nel soprannaturale…
Ibrahim Al-Kholi: se Lei è atea, non c’è nessun motivo di criticarla, dato che lei ha bestemmiato contro l’Islam, contro il Profeta dell’Islam e contro il Corano dell’Islam!
Wafa Sultan: queste sono cose personali che non la riguardano.
[…] Fratello, lei può credere nelle pietre, fino a quando non me le lancia addosso. Lei è libero di adorare chiunque Lei voglia, ma la fede delle altre persone non la riguarda, sia che credano che il Messia è Dio, figlio di Maria, o che Satana sia Dio, figlio di Maria. Lasci che gli altri abbiano le loro credenze. […] Gli ebrei sono usciti fuori dalla tragedia (dell’Olocausto), ed hanno forzato il mondo a rispettarli, con la loro conoscenza, non con il loro terrore; con il loro lavoro, non con il loro urlio. L’umanità deve la maggior parte delle scoperte e la scienza del XIX secolo e del XX secolo agli scienziati ebrei. Quindici milioni di persone, esiliati in tutto il mondo, si sono unite e hanno guadagnato i loro diritti attraverso il lavoro e il sapere.
Non abbiamo mai visto un solo ebreo farsi esplodere in un ristorante tedesco. Non abbiamo mai visto un solo ebreo distruggere una chiesa. Non abbiamo mai visto un solo ebreo protestare contro questo (l’Olocausto) uccidendo le persone.
I musulmani hanno fatto in pezzi tre statue di Buddha. Non abbiamo visto un solo buddista incendiare una moschea, uccidere un musulmano, o dar fuoco ad un ambasciata. Solo i musulmani difendono le loro credenze incendiando chiese, uccidendo persone e distruggendo ambasciate. Questa strada non produrrà nessun risultato. I musulmani devono chiedere a loro stessi cosa possono fare per l’umanità, prima di pretendere che l’umanità li rispetti.




permalink | inviato da il 13/3/2006 alle 0:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


26 settembre 2005






































permalink | inviato da il 26/9/2005 alle 8:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 luglio 2005

11 Settembre 2005

11 Settembre 2005  
Tutti a Roma
Per manifestare contro il terrorismo nazicomunistaislamico
Per confermare la nostra amicizia verso l'America e il mondo Occidentale.
Per difendere noi e le nostre famiglie   
da chi viene a importi la sua cultura
le sue tradizioni il suo  stile di vita il suo  essede delinquente.
Per la libertà la democrazia e la pace che vogliamo garantita
con con ogni mezzo.
Democrazia Liberale
 




permalink | inviato da il 28/7/2005 alle 18:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


24 luglio 2005


 A   Bin Laden e a tutti i terroristi Islamici diciamo: 100.000 grazie


Grazie – per averci fatto capire  quanto nazismo e comunismo ci sia in voi

Grazie - per averci fatto comprendere che Maometto non è stato il precursore di una religione, ma un guerrafondaio immorale che ha improntato la sua vita alla conquista e alla mancanza di rispetto verso gli esseri umani, alla falsità e al tradimento, trasmettendo questi valori ai suoi seguaci.
 

Grazie – per averci fatto rivalutare tutte le religioni compreso le animiste, e gli antichi culti stellari, con le quali l’islam non sa reggere il confronto.

 Grazie – per averci fatto toccare con mano la ferocia trasmessa nei secoli ai depositari della sua ignobile verità.
 
Grazie – per averci regalato uno stuolo di assassini sanguinari che non sono degni di essere chiamati uomini.
 
Grazie – per averci mostrato la differenza fra il valore della libertà e quello della sottomissione a un dio inventato dall’autoeletto profeta Maometto.
 
Grazie – per averci regalato uno stuolo di zombie pronto a immolarsi per dissetare la vostra sete di sangue.
 
Grazie – per aver distrutto un’intera generazione dei vostri giovani.
 
Grazie – per aver tentato di farlo anche coi nostri.

 Grazie – per aver profanato la creazione sporcando con la  vergogna ciò che non siete in grado di comprendere.

 Grazie – per aver disprezzato la bellezza del corpo femminile e la femminilità nascondendola sotto stracci neri come la morte che alberga nei vostri cuori.


Grazie – per averci fatto capire che solo voi e solo se siete maschi siete degni di entrare nel paradiso ove vi attende Maometto.
 
Grazie- per averci considerati inferiori e condannati all’inferno ideato sempre da quella mente perversa appartenuta a Maometto.
 
Grazie – per averci fatto intravedere quale tipo di mondo ci aspetterebbe se questo cadesse in mano dell’islam.
 
Grazie – per averci obbligato a prendere coscienza della differenza che passa fra la nostra cultura e la mancanza di cultura di cui siete figli.
 
Grazie – per averci risvegliato dai nostri sogni e dalle nostre illusioni sull’integrazione e sul multiculturalismo.
 
Grazie – per averci obbligato a reagire, perché di una cosa siamo certi noi reagiremo e voi perirete tutti nell’inferno che avete creato con la vostra arroganza, perché siete dei bestemmiatori e dei profanatori della creazione che fingete di rispettare, mentre ve ne servite per diventare padroni del mondo.

Grazie – perché noi non ve lo permetteremo.




permalink | inviato da il 24/7/2005 alle 17:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (15) | Versione per la stampa


23 luglio 2005


UNA LETTERA ALL'UMANITA'



Caro Amico,
La follia ha avuto la meglio di una vasta porzione dell'umanità e ciò che costoro fanno non può che chiamarsi folle.
Stiamo perdendo la lotta contro il terrorismo. Stiamo perdendo perché continuiamo a mancare il bersaglio.
Dobbiamo sensibilizzare il mondo e far capire a tutti che il terrorismo è solo un sintomo e che il vero problema è l'ideologia dietro di esso.
Ci serve il tuo aiuto. Per favore, leggi questa breve "Lettera all'Umanità" e se sei d'accordo ti chiediamo di inviarla a tutte le persone nella tua rubrica e chiedere loro di fare altrettanto.
Manda una copia al tuo quotidiano e ai tuoi politici. Tutti devono ascoltare questo messaggio.
In fede,
Ali Sina

Una lettera all'umanità
Caro concittadino del mondo,
Oggi l’umanità è minacciata. Impensabili atrocità avvengono ogni giorno. Una forza malvagia è al lavoro con lo scopo di distruggerci. Gli agenti di questo male non rispettano nulla, neanche la vita dei bambini. Ogni giorno ci sono attentati ed esplosioni, ogni giorno persone innocenti sono prese di mira ed assassinate. Sembrerebbe che non possiamo fare nulla per fermare tutto questo. Questo non è vero!
L’antico saggio Cinese Sun Tsu disse “conosci il tuo nemico e non sarai sconfitto.” Noi conosciamo il nostro nemico? Se la risposta è no, la nostra sorte è segnata.
Il terrorismo non è un’ideologia, è uno strumento; ma i terroristi uccidono per un’ideologia. Chiamano quest’ideologia Islam.
Il mondo intero, sia Musulmani che non-Musulmani affermano che i terroristi hanno snaturato la “religione di pace” e che l’Islam non condona la violenza.
Chi ha ragione? Sono i terroristi che conoscono l’Islam meglio di noi, o coloro che li denunciano? La risposta a questa domanda è la chiave alla nostra vittoria, e fallire nel trovare questa risposta risulterà nella nostra sconfitta e la morte sarà su di noi. La chiave risiede nel Corano e nella storia dell’Islam.
Quelli fra noi che conoscono l’Islam, sanno che la visione dei terroristi dell’Islam è quella corretta. Non stanno facendo nulla che il loro profeta non abbia fatto e che non abbia incoraggiato i suoi seguaci a fare. Assassinio, stupro, omicidio, decapitazioni, massacri e profanazioni dei defunti “per deliziare i cuori dei credenti”: tutto questo è stato praticato da Muhammad (Maometto), è stato da lui prescritto ed è stato seguito alla lettera dai Musulmani nel corso della storia.
Se la verità ha mai avuto un peso, ha il peso maggiore adesso! Questo è il momento in cui dobbiamo chiamare bianco il bianco e nero il nero. Questo è il momento in cui dobbiamo trovare la radice del problema e sradicarla. La radice del terrorismo Islamico è l’Islam. La provà di ciò è nel Corano.
Noi siamo un gruppo di ex-Musulmani che abbiamo visto il vero volto del male e ci siamo sollevati per avvertire il mondo. Non importa quanto dolorosa possa essere la verità, solo la verità può renderci liberi. Perché tutto questo diniego? Perché così tanta ostinazione? Quante altre vite innocenti dovranno essere perdute prima che TU apra gli occhi? L’ombra di un disastro nucleare è su di noi. Tutto questo accadrà. Non è una questione di “se” ma di “quando”. Ignaro di ciò, il mondo sta seppellendo la sua testa sempre più a fondo nella sabbia.
Noi incitiamo i musulmani ad abbandonare l’Islam. Finiamola con le scuse, le giustificazioni e le razionalizzazioni. Smettiamola di dividere l’umanità in “noi” contro “loro”, Musulmani contro Infedeli. Noi siamo Un solo popolo, Una sola umanità! Muhammad non era un messaggero di Dio. E’ ora di finirla con questa follia e affrontare la verità. I terroristi traggono il loro supporto morale e la validità delle loro azioni da te. La tua mera aderenza al loro culto di morte è di per sé un cenno di approvazione per i loro crimini contro l’umanità.
Noi incitiamo i non-musulmani a smettere di essere politicamente corretti per non offendere la sensibilità dei Musulmani. Al diavolo la loro sensibilità! Salviamo le nostre vite piuttosto, e le vite di milioni di persone innocenti.
Milioni, se non miliardi di vite saranno perse se non facciamo niente. Non c’è più molto tempo! “Tutto ciò che serve affinché il male trionfi è che le persone buone non facciano nulla.” Fai qualcosa! Manda questo messaggio a tutti nella tua rubrica e chiedigli di fare lo stesso. Sconfiggi l’Islam e ferma il terrorismo.
Questo è il tuo mondo, salvalo.

Il Movimento degli ex-Musulmani





permalink | inviato da il 23/7/2005 alle 17:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


23 aprile 2005


 




permalink | inviato da il 23/4/2005 alle 10:27 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


23 aprile 2005



 
God bless America
Una bandiera che difende la Libertà,
 che simboleggia un Paese che ci ha assicurato la
Pace la Libertà e la Democrazia per 60 anni.
Per questo ringrazio gli Stati Uniti d'America !
God bless America
 

RIPRENDIAMOCI IL 25 APRILE

 

Sappiamo tutti cosa rappresenta il 25 aprile per noi italiani e a chi dobbiamo dire grazie, se oggi siamo in grado di festeggiare una data, che è diventata sinonimo di libertà.

Libertà che prima del 25 aprile 1945 noi non avevamo mai conosciuto, né con il fascismo, né con il re.

Ma il 25 aprile è diventato per alcuni territorio off limits se non si marcia tutti in coda dietro vessilli  con il colore rosso, con falce e martello o con l’immagine del Che Guevara, o quelle demagogice multicolori che vantano la primogenitura sulla pace, dimenticando che quella pace e libertà raggiunta nel lontano 1945, è una pace passata attraverso una guerra devastante e che grazie alla bandiera a stelle e a strisce, a bandiere di paesi amici e a resistenze e appoggi interni all’Italia, è stata raggiunta a costi altissimi di vite umane, spese per farcela avere quella pace.

Grazie al Patto Altlantico e Grazie al piano Marshall, messo in atto nei nostri confronti, dagli Stati Uniti d’America, noi oggi possiamo vantare la libertà che ogni anno festeggiamo il 25 aprile.

Ma io non entrerò in quei cortei che in ogni città d’Italia, dopo il loro passaggio lasciano segni indelebili, sfregi e danni in ogni angolo, a testimoniare che non sono in grado di apprezzare la libertà e la pace che vantano come diritto, ma che disprezzano nei fatti.




permalink | inviato da il 23/4/2005 alle 10:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


22 aprile 2005


"Alina,figlia del dittatore cubano Fidel Castro".
"Non dimenticatelo, mio padre è un assassino
"

Alina,figlia del dittatore cubano
 Non dimenticatelo, mio padre 
è un assassino




permalink | inviato da il 22/4/2005 alle 19:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa

sfoglia     maggio       










I comunisti amano
così tanto
i poveri da volerne
creare altri






Noi cattolici diciamo  
si alla base americana
di  Vicenza


Strasburgo, 25 gennaio 2006
Il Consiglio d'Europa ha approvato
una risoluzione di condanna
dei crimini del comunismo.




Il "maquillage" di Veltroni
e compagni.
UN FILM GIA' VISTO...

 

Le bugie di Veltroni

I comunisti amano
così tanto
i poveri da volerne
creare altri


  100% Anti-communist









 musulmani che abbandonano l'islam:
 «È il medioevo»
Apostates of Islam






Sito ottimizzato -1024x768- IE5+
ADSL
No Copyright.









OGGI SI VERGOGNI CHI CRITICO' QUATTROCCHI
 


Per i comunisti
Se tenti di difendere
te e la tua famiglia
da chi viene a importi ,
la sua cultura ,
le sue tradizioni ,
il suo stile di vita,
il suo essere delinquente,
sei un razzista





 





       










































































La resistenza, non è mai esistita
è una invenzione dei comunisti.
Indro Montanelli






































































































































Usa e fai usare

Per la pace la libertà e
la democrazia dei popoli
aiuta l'economia americana .
Usa e fai usare:

       .Benzina Esso



  •  

    Anitra WC (detergente)


     

  •  

    Badedas (bagnoschiuma e shampoo)


     

  •  

    Carefree (assorbenti e tamponi)


     

  •  

    Coca Cola, Fanta, Sprite


     

  •  

    Colgate (dentifricio)


     

  •  

    Del Monte (frutta)


     

  •  

    Dole (frutta)


     

  •  

    Gatorade (bevanda)


     

  •  

    Kellogg's (cereali prima colazione)


     

  •  

    Kraft (sottilette, maionese)


     

  •  

    Liebig (maionese e salse varie)


     

  •  

    Lines (assorbenti e tamponi)


     

  •  

    M&M's (cioccolatini)


     

  •  

    Mare Blu (tonno e sardine)


     

  •  

    Mars (merendine)


     

  •  

    Palmolive (sapone, schiuma da barba)


     

  •  

    Pepsi Cola


     

  •  

    Procter & Gamble (prodotti vari)


     

  •  

    Scottex (carta assorbente)


     

  •  

    Soflan (detersivi)


     

  •  

    Tenderly (fazzoletti, carta igienica)


Ace (det. bucato a mano e lavatrice), Ace (det. sup. Dure), Ace Gentile (additivi e smacchianti), Ace (varechina)
Actibel (guanti e spugnette)
Aiax (det. superfici dure)
All-Bran (cereali prima colazione)
Ambi-pur (deodoranti per l'ambiente)
Anitra WC (det. sup. Dure)
APC (detersivi)
Aqua Velva (sapone e lozioni da barba)
Ariel (det. bucato a mano e lavatrice)
Asciugatutto (fazzoletti)
Autan (insetticidi)
Aveeno (prod. igiene intima)
AZ (dentifrici)
Baby Shampoo Johnson's (bagnoschiuma e shampoo)
Badedas (bagnoschiuma e shampoo), Badedas (saponi mani e viso)
Bajella (banane e ananas freschi)
Baleno (det. sup. Dure)
Baygon (insetticidi)
Beverly (aranciate cole e simili)
Bio Shout (additivi e smacchianti)
Bloom (insetticidi)
Bolt (det. bucato a mano e lavatrice)
Bonaqua (aranciate cole e simili)
Bouba (banane e ananas freschi)
Bounty (carta assorbente), Bounty (gelati e snack surgelati), Bounty (merendine)
Bravo (guanti e spugnette)
Camay (saponi mani e viso)
Campbell's (pomodori e passate)
Caramba (caffè), Carefree (assorbenti e tamponi), Carefree (prod. igiene intima)
Clear&Clear (bagnoschiuma e shampoo)
Clerasil (igiene personale)
Coca-Cola (aranciate cole e simili), Coca-Cola Light (aranciate cole e simili)
Colgate (dentifrici)
Cote d'Or (cioccolata e cioccolatini)
Dash (det. bucato a mano e lavatrice)
Del Monte, Del Monte Gold (banane e ananas freschi)
Delial (creme protettive)
Demak'up (igiene personale)
Depilzero (prod. igiene intima)
Dieterba (omogeneizzati)
Dignity(pannolini)
Dinamo (det. bucato a mano e lavatrice)
Dole (banane e ananas freschi), Dole (frutta secca)
Donge (saponi mani e viso)
Dora (detersivi)
Douss Douss (prod. igiene intima), Douss Douss (saponi mani e viso)
Dum Dum (insetticidi)
Experience (bagnoschiuma e shampoo)
Fabuloso (ammorbidenti)
Fabuloso (det. superfici dure)
Fanta (aranciate cole e simili)
Fattoria Scaldasole (latte UHT), Fattoria Scaldasole (succhi di frutta, yogurt e dessert)
Febreze (additivi e smacchianti)
Fissan (bagnoschiuma e shampoo), Fissan (prod. igiene intima), Fissan Baby (creme protettive)
Free Aglut (pasta, pane e sostituti del pane)
Fukident (dentifrici)
Gatorade (bevande dietetiche)
Gillette (lamette, saponi e lozioni da barba)
Gim (formaggi confezionati)
Glade (deodoranti per l'ambiente)
Glicemille (creme protettive)
Glysolid (creme protettive)
Guttalin (lucidanti)
Hag (caffè)
Head&Shoulders (bagnoschiuma e shampoo)
Heinz Ketchup(maionese e salse varie)
Huggies (pannolini)
Ice Lemon (aranciate cole e simili)
Idraulico Liquido (det. sup. Dure)
Infasil (bagnoschiuma e shampoo), Infasil (saponi mani e viso), Infasil Intimo (prod. igiene intima)
Intervallo (assorbenti e tamponi)
Invernizzi(formaggi confezionati), Invernizzina (formaggi confezionati)
Jocca (formaggi confezionati)
Johnson & Johnson (assorbenti e tamponi), Johnson's baby (fazzoletti), Johnson's Baby (saponi mani e viso), Johnson's Baby Olio (creme protettive), Johnson's pH 5.5 (bagnoschiuma e shampoo), Johnson's pH 5.5 (prod. igiene intima), Johnson's pH 5.5(saponi mani e viso)
Kellogg's (cereali prima colazione)
Keramine H (bagnoschiuma e shampoo)
Kinley (aranciate cole e simili)
Kiwi Guttalin (cera per scarpe)
Kiwi Pratico (cera per scarpe)
Kleenex (fazzoletti)
Kotex (assorbenti e tamponi)
Latte David (latte per bambini)
Legeresse (maionese e salse varie)
Lenor (ammorbidenti)
Liebig (maionese e salse varie)
Linderberger (formaggi confezionati)
Lines (assorbenti e tamponi), Lines Huggies(pannolini), Lines Lei (prod. igiene intima)
Linidor (pannolini)
Lotus (fazzoletti), Lotus (tovagliolini)
Lunchables (formaggi confezionati)
M&M's (cioccolata e cioccolatini)
Mareblu (tonno e sardine)
Mars (gelati e snack surgelati), Mars (merendine)
Mastro Lindo (det. sup. Dure)
Mato Mato (maionese e salse varie)
Mayonnaise (maionese e salse varie)
Milka (cioccolata e cioccolatini), Milka slurp (solubili prima colazione), Milka Tender (merendine)
Milky Way (merendine)
Milton (igiene personale), Milton (varechina)
Minute Maid (succhi di frutta)
Mirinda (aranciate, cole e simili)
Mister Verde (det. sup. Dure)
Monsavon (bagnoschiuma e shampoo)
Montefiore (biscotti e pappe)
Mozary (formaggi confezionati)
Mr. Muscolo (det. sup. Dure)
Neutrogena (creme protettive), Neutrogena (saponi mani e viso)
Nidra (bagnoschiuma e shampoo)
Nipiol (biscotti e pappe), Nipiol (omogeneizzati)
Noxzema (saponi e lozioni da barba)
O.B.(assorbenti e tamponi)
Off! (insetticidi)
Oil of Olay (creme protettive)
Oil of Olaz (creme protettive)
Oral-B (dentifrici)
Osella (formaggi confezionati)
Palmolive (bagnoschiuma e shampoo), Palmolive (saponi e lozioni barba), Palmolive (saponi mani e viso)
Pampers (fazzoletti), Pampers (pannolini)
Pantene (bagnoschiuma e shampoo)
Penaten (creme protettive)
PepsiCo (aranciate, cole e simili)
Philadelphia (formaggi confezionati)
Piz Buin (creme protettive)
Plasmon (biscotti e pappe), Plasmon (camomilla e infusi), Plasmon (merendine), Plasmon (omogeneizzati), Plasmon (yogurt e dessert)
Plax (dentifrici)
Polin (detersivi)
Pringles (snack salati)
Pronto (cera per pavimenti, lucidanti)
Pull Ups (pannolini)
PuÚ(varechina)
Quaker Cruesli (cereali prima colazione)
Radox (bagnoschiuma e shampoo)
Raid (insetticidi)
Rice Krispies (cereali prima colazione)
Sanex (prod. igiene intima), Sanex (saponi mani e viso)
Scotch-Brite (guanti e spugnette)
Scottex (carta assorbente, tovagliolini), Scottex (fazzoletti), Scottex (carta igienica), Scottonelle (carta igienica)
Senz'acqua Lines (fazzoletti)
Seven-Up (aranciate, cole e simili)
Silhouette (assorbenti e tamponi)
Similac (latte per bambini)
Simmenthal (carne in scatola)
Slam (aranciate, cole e simili)
Snickers (merendine)
Soflan (ammorbidenti)
Soflan (det. bucato a mano e lavatrice)
Sottilette Kraft (formaggi confezionati)
Spic&Span (det. sup. Dure)
Splendid (caffè)
Sprite (aranciate cole e simili)
Spuntì (carne in scatola)
Suchard (cioccolata e cioccolatini)
Supersoap Badedas (saponi mani e viso)
Susanna (formaggi confezionati)
Suzi-Wan (piatti pronti)
Swiffer (guanti e spugnette)
Tampax (assorbenti e tamponi)
Teddi (latte UHT), Teddi (yogurt e dessert)
Tempo (fazzoletti)
Tenderly (carta assorbente), Tenderly (carta igienica), Tenderly (fazzoletti), Tenderly (tovagliolini)
Terry's (cioccolata e cioccolatini)
Tide (det. bucato a mano e lavatrice)
Toblerone (cioccolata e cioccolatini)
Tropicana (succhi di frutta)
Tuono (det. sup. Dure)
Tutto (fazzoletti), Tutto Panno Carta (carta assorbente)
Tuttoacqua (fazzoletti)
Twix (merendine)
Uncle Ben's (piatti pronti),Uncle Ben's (riso)
Vapona (insetticidi)
Viakal (det. sup. Dure)
Wella (bagnoschiuma e shampoo)
Williams (sapone e lozioni da barba)
Zest (bagnoschiuma e shampoo), Zest (detersivi)